Menu Chiudi

JUBA, punto.

Atterrati nella capitale l’umidiccio di un’aria nuova entra nei vestiti. Un calore del tutto africano ci avvolge e ci stringe a sè. Siamo arrivati, siamo a Juba e fa caldissimo. Lontano si vedono corpi che danzano, vicino a noi capanne e bambini per strada.

Ci accolgono i padri con lo stesso calore e la stessa intensità della terra rossa sotto ai piedi. Qui le distanze non esistono, non esiste tempo, tutto si ferma, qui. Ci fermiamo anche noi con il respiro un pò affaticato e cerchiamo di assorbire tutto quello che ci circonda. Respiriamo terra.

DSCN0089

Visitiamo la scuola secondaria e il dispensario. Ci sono ciabatte ammucchiate, fuori, prima di entrare, in segno di rispetto. Mamme e bambini in attesa, ci guardano. Questa é l’Africa che tanto aspettavamo, ma non ci siamo ancora dentro. Domani voleremo verso Tonj. Queste sono le prime poche parole che ci sentiamo di scrivere al momento, vi portiamo con noi.

DSCN0082DSCN0097

X