Prendili a Cuore

TITOLO DEL PROGETTO PRENDILI A CUORE

Progetto per uno screening cardiologico da effettuarsi sulla popolazione pediatrica nell’ospedale salesiano di Tonj, in Sud Sudan.

SEDE

DEL PROGETTO

Ospedale “Don Bosco, John Lee memorial Hoespital” Missione salesiana di Tonj

Stato di Tonj – Sud Sudan

 

 

 

 

 

ORGANIZZAZIONE PROPONENTE

TONJPROJECT ONLUS

E’ un’associazione nata nel novembre 2008 per sostenere l’attività della missione di Tonj in Sud Sudan e per portare aiuto ad una popolazione che per decenni ha conosciuto solo l’esperienza della guerra.

L’associazione persegue esclusivamente finalità di solidarietà sociale esercitando la propria attività nel settore della beneficenza e dell’assistenza sociale e socio-sanitaria a favore di persone in condizioni di svantaggio psichico, fisico, economico e sociale.

Nel 2014 l’associazione ha costruito a Tonj un ospedale, il “Don Bosco, John Lee Memorial Hospital”, con circa 40 posti letto, due sale operatorie, altrettante sale parto, un laboratorio analisi. A fianco di questa struttura è stata costruita una casa capace di accogliere una quindicina di volontari.

Oggi l’associazione, attraverso attività in Italia e in Sud-Sudan è responsabile dell’organizzazione e gestione dell’ospedale, della sua manutenzione e della formazione del personale locale.

 

REFERENTI DI PROGETTO

DELASA DON OMAR

(Legale rappresentante TONJPROJECT)

ANTIMI FR. PAUL

(Direttore Ospedale Salesiano Tonj)

DR. KACHOUL JOK MATUR MALEK

(Responsabile del servizio di pediatria)

 

 

 

PARTNER DI PROGETTO

FONDAZIONE OPERA DON BOSCO NEL MONDO

La Fondazione Opera Don Bosco nel Mondo è stata fondata il 24 giugno 1965 da Don Enrico Morganti, sacerdote salesiano svizzero, per sostenere le Opere Salesiane in Burundi e in particolare la costituzione della scuola di Ngozi.

Oggi lo scopo della Fondazione è il sostegno e “l’aiuto alle Opere di Don Bosco nel Mondo”. La Fondazione Opera Don Bosco nel Mondo sostiene progetti sociali educativi per giovani e adulti e di aiuto alle popolazioni colpite da calamità naturali e da emergenze umanitarie in molti paesi nel mondo dove sono presenti i salesiani con i loro operatori.

 

ASSOCIAZIONE ON OFF ONLUS

Associazione ONLUS che si preoccupa di sviluppare attività di beneficenza diretta e indiretta sul territorio dello Stato  Italiano  e  all’Estero  nei  confronti  di  tutte  quelle persone che per condizioni economiche, calamità naturale o disagio sociale, necessitano di un intervento di aiuto e sostegno in ambito educativo, sociale, sanitario e nutrizionale anche in collaborazione con altre Associazioni, ONG, ONLUS ed Enti Religiosi.

 

OBIETTIVO GENERALE Contribuire a migliorare le condizioni di salute e di vita degli abitanti della Contea di Tonj Sud, in particolare della popolazione pediatrica, attraverso uno screening cardiologico.
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

ATTIVITA’ PREVISTE

Si tratta di uno screening cardiologico in età pediatrica nello Stato di Tonj, Contea di Tonj Sud. Il Progetto prevede l’esecuzione gratuita di un elettrocardiogramma di routine per valutare la presenza di un eventuale allungamento del QT, responsabile secondo alcune osservazioni, anche recenti, della cosiddetta “morte improvvisa”, o almeno, di una parte di queste. Con il vantaggio che tale indagine routinaria sui bambini sani, oltre a prevenire un certo numero di morti improvvise, servirà ad identificare precocemente numerose cardiopatie congenite ed anche tutti i bambini ad alto rischio, affetti dalla sindrome del QT lungo, per i quali si potranno attuare provvedimenti efficaci di prevenzione, avvalendosi di farmaci conosciuti e sicuri come i beta-bloccanti.

I paesi dove la dipendenza economica e la debolezza sociale sono presenti in maniera importante sono caratterizzati da tassi di mortalità infantile < 5 anni più elevati rispetto alla media mondiale. Nell’Africa sub- sahariana, nell’Asia meridionale e del Sud-Est asiatico si concentra oltre il 90% dei decessi mondiali. La morte improvvisa colpisce 5 bambini su

100.000 ogni anno e nel 90% dei casi essa è riconducibile a cause cardiache che potrebbero essere individuate preventivamente attraverso un semplice elettrocardiogramma.

 

MODALITA’

I pazienti, di entrambi i sessi, che entreranno nello studio dovranno avere una età compresa tra 1 e 15 anni. L’esecuzione degli ECG avverrà solo dopo il consenso e alla presenza dei genitori, e in accordo con il capo- villaggio. Ad ogni paziente verrà rilasciato un cartoncino con i dati anagrafici, i parametri vitali rilevati dal Team e una breve relazione clinica.

Ad ogni paziente verrà assegnato un codice alfanumerico che sarà poi inserito nell’Elettrocardiografo prima di collegare l’ECG al paziente.

I pazienti saranno sottoposti allo screening in un ambiente confortevole e pulito. Gli elettrodi verranno cambiati ad ogni paziente.

I cavi dell’elettrocardiografo saranno disinfettati dopo ogni ECG.

Il fonendoscopio e lo sfigmomanometro saranno disinfettati dopo ogni esecuzione di ECG.

Ad ogni paziente sarà donato un piccolo giocattolo o materiale ad uso scolastico.

La gestione dei rifiuti sanitari è a carico dell’ospedale.. Lo Screening sarà effettuato su almeno 1000 pazienti.

Gli elettrocardiogrammi verranno refertati a distanza dal personale medico volontario tramite le moderne tecnologie di telemedicina.

Nel caso in cui uno degli ECG refertati a distanza fosse significativo per una patologia cardiaca, sarà compito del medico responsabile di progetto riprendere contatto con i genitori del paziente per ripetere il tracciato che verrà inviato direttamente in Italia per la nuova refertazione.

 

Nel Caso in cui anche il secondo tracciato fosse positivo il paziente verrà inviato all’ospedale di Wau per un’ulteriore consulenza, segnalato al medico dell’ospedale di Tonj nel caso in cui abbia necessità di cure in futuro e istruito e dotato della necessaria terapia medico/farmacologica.

L’ospedale salesiano di Tonj (Don Bosco John Lee Memorial Hospital) coordinerà tutti i percorsi terapeutici che si dovessero rendere necessari, utilizzando esclusivamente le strutture sanitarie presenti in Sud Sudan. In questo progetto non è contemplata la possibilità di trasferire all’estero, ossia al di fuori dei confini nazionali del Sud Sudan, i pazienti bisognosi di cure. L’associazione garantirà che il percorso terapeutico venga mantenuto nel tempo.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

STRUMENTI IMPIEGATI

Per l’acquisto delle apparecchiature l’associazione ha pensato di rivolgersi alla CARDIOLINE S.p.A, leader da oltre 50 anni nello sviluppo, produzione e vendita di strumenti per la diagnosi cardiovascolare.

DESCRIZIONE DEL PRODOTTO

TouchECG HD+ è un elettrocardiografo a 12 derivazioni di nuova concezione, pensato e sviluppato per essere installato su un tablet computer con schermo “touchscreen” ed essere utilizzato con il cavo paziente wireless HD+. La nuova interfaccia utente è stata progettata per garantire la massima esperienza in termini di semplicità ed immediatezza d’uso. Le principali funzioni sono comandate da pulsanti grandi e ben visibili, che facilitano l’utilizzo anche negli ambienti e nelle condizioni più disagevoli. L’apparecchio garantisce prestazioni di alto livello e l’acquisizione di tracciati ECG diagnostici che rispettano, e talvolta superano, i più rigorosi standard per applicazioni cliniche e diagnostiche. TouchECG HD+ può essere dotato inoltre di programma interpretativo Glasgow, diventando a tutti gli effetti un elettrocardiografo completo e ad alte prestazioni. Può essere installato su computer fissi, portatili o tablet, garantendo la massima versatilità in ogni ambiente di utilizzo.

 

 SOFTWARE: CARDIOLINE ECG WebApp

ECGWepApp che consente l’importazione/esportazione via rete degli esami ECG, che permette la gestione e l’archiviazione dei file dei pazienti, la visualizzazione e refertazione degli esami ECG eseguiti con dispositivi invianti Cardioline. Questa versione è stata concepita per operare con due dispositive invianti collegati e con un singolo utente, in grado di accedere ai dati paziente sia in loco che da remoto.

 

L’Associazione ON OFF ONLUS, si occuperà della formazione sul campo del personale medico e infermieristico dell’ospedale nell’uso dell’apparecchiatura e coordinerà, di concerto con l’Associazione TONJPROJECT, il team di cardiologi refertatori in Italia.

X